La MotoGP torna in Europa

La MotoGP torna in Europa

Inizia oggi il Gran Premio biwin di Spagna con i piloti della MotoGP in pista dalle 9.55 per il primo turno di prove. Il rientro di Crutcholw, in sella alla Ducati, sarà uno  degli argomenti di questo Gran Premio, dopo che il pilota inglese è stato sostituito da Michele Pirro nel Gran Premio di Argentina a causa dell’infortunio alla mano rimediata ad Austin, negli USA.

Michele Pirro: “E’ stato un week end difficile per noi in Argentina. Non correvo da molto tempo e riprendere il ritmo non è stato facile. Alcuni problemi tecnici hanno reso ancora più difficile il mio esordio stagionale, ma ora siamo a Jerez dove ho girato molto e ritrovo tutta la squadra con cui ho sempre lavorato. Farà molto caldo e sarà quindi importante sfruttare al meglio i turni del mattino per trovare un buon setting ed essere veloci”.

[slideshow id=119]

Si prevede un Gran Premio bwin de España scoppiettante, con il detentore del titolo mondiale e attuale leader della classifica iridata Marquez che attende con ansia il confronto con I suoi diretti rivali alla soglia del 100th Grand Prix della sua carriera.

“Sarà speciale per correre la mia 100a gara davanti al pubblico di casa, su un circuito dove non ho mai vinto finora. So che Dani, Jorge e Valentino vanno forte qui e sarà dura batterli.”

Anche il suo compagno di squadra nel team Repsol Honda, Dani Pedrosa, è pronto alla sfida per questo Grand Prix, teatro su cui ha sempre dato il meglio di sè e per questo l’annovera tra I suoi tracciati preferiti:

“Farà molto caldo e il giorno della gara l’atmosfera è sempre grandiosa,” dice Pedrosa. “Ho dei bei ricordi qui e spero di continuare il trend positive. Ho avuto un buon inizio di stagione e voglio fare del mio meglio davanti al mio pubblico.”

Intanto, Valentino Rossi, che sul circuito andaluso ha colto ben 6 successi nella classe regina, vorrebbe tornare sul podio proprio a Jerez dopo averlo mancato negli ultimi due appuntamenti:

“Avevo del potenziale per fare bene sia ad Austin che in Argentina e sarei finite sul podio se non fosse stato per la sfortuna o altri fattori. Dopo aver viaggiato molto finora, è bello tornare a correre in Europa.”

Il suo team mate in Movistar Yamaha MotoGP, Jorge Lorenzo, arriva sul circuito in cui c’è una curva a lui intitolata. Il giorno della gara il maiorchino compirà 27 anni e prenderà il via alla 200a corsa della sua carriera:

“Questi 200 Grand Prix sono arrivati in fretta, con tanti momenti diversi, belli e brutti. Da questo momento lotteremo al top. Ho lasciato l’Argentina molto soddisfatto del lavoro svolto, spero di porte fare lo stesso qui.”

In rappresentanza del Ducati Team, dopo essersi perso il terzo round in Argentina a causa dell’infortunio alla mano, l’inglese Cal Crutchlow ha dichiarato: “E’ bello rientrare. E’ stato terribile staresene seduti e guardare il GP in tv. Ero sicuro di aver potuto vincere. L’infortunio è stato uno dei più dolorosi della mia carriera, dobbiamo vedere come sarò messo dopo le FP2. Penso di avere abbastanza forza nel braccio ma non voglio rischiare nè mettere nei guai gli altri piloti.”

Sulla notizia del ritiro della Bridgestone da fornitore unico di pneumatici alla fine della stagione 2015, Marquez ha detto: “Sono sorpreso in quanto hanno ottenuto tanti successi e le gomme sono andate migliorando di anno in anno. Hanno impegato del tempo per esser ai loro livelli attuali.”

Rossi ha aggiunto: “Mi spiace perchè penso che le gomme Bridgestone siano davvero ad un alto livello. Se cambiano le gomme, cambia anche lo sport. Le moto e lo stile di guida si devono adattare da capo. Sarà difficile trovare un pneumatico che lavori bene su tutte le moto.”