Kenny Roberts  sperimentò un nuovo modo di guidare la moto, appoggiando il ginocchio sull’asfalto e facendola sovrasterzare per girare più in fretta. Fu lui a portare lo stile “ginocchio in terra” in Europa. Spesso in conflitto con la federazione allora guidata da personaggi conservatori e ottusi. Era sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo. Infatti, tentò di dar vita al progetto alternativo delle World Series, per il quale venne appoggiato da molti piloti, tra cui Virginio Ferrari, ma osteggiato da altri che temevano il suo carisma, da qui anche il soprannome the King Kenny.

Questo post è disponibile anche in: Inglese

commenti su Kenny Roberts, il marziano