Ultime prove e poi battaglia in Qatar

Ultime prove e poi battaglia in Qatar

Dopo aver analizzato i dati raccolti nel corso dei due test di Sepang a febbraio, il paddock della  MotoGP™ è ora diretto verso il circuito di Losail per l’ultima tre-giorni sullo stesso tracciato su cui il prossimo 29 marzo si correrà la prima gara della stagione.

Con la nuova Desmosedici GP15 la Ducati sembra aver risolto i problemi di sottosterzo che l’affliggevano; a Sepang. Mentre Michele Pirro portava avanti lo sviluppo, raccogliendo dati su elettronica e gli pneumatici, Andrea Iannone e Andrea Dovizioso hanno chiuso rispettivamente quarto e nono in classifica. Il Direttore Generale Gigi Dall’Igna avrà adesso l’arduo compito di sviluppare ulteriormente la GP15, con l’obiettivo di raggiungere il massimo equilibrio possibile prima dell’inizio della stagione.

Michele Pirro Ducati Test Team: “I tre giorni di test in Qatar saranno molto importanti per noi e daremo il massimo per ottenere il maggior numero di informazioni possibili prima dell’inizio del mondiale. E’ un momento della stagione carico di aspettativa che bisognerà gestire con l’obiettivo di sviluppare e rendere sempre più competitiva la nostra moto. Far parte di questo progetto e lavorare per Ducati è un’opportunità che mi motiva enormemente e farò la mia parte per regalare a tutti i nostri tifosi tante emozioni”.

MotoGP.com – Il team Repsol Honda spera di ripetere il dominio evidenziato nelle due precedenti uscite, con Marc Márquez sempre più leader. Il campione del mondo in carica ha affermato di aver trovato la base per la messa a punto della sua RC213V durante il secondo test a Sepang e, senza il pensiero di provare nuove componenti, si concentrerà esclusivamente sulla rifinitura in ottica gara, con probabili simulazioni.

Il team Movistar Yamaha si presenterà forte dell’evoluzione del cambio seamless, con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo rispettivamente a sette e tre decimi da Marquez; il maiorchino, in particolare, si sente fiducioso nel poter colmare il gap dai rivali della Honda.

La Suzuki, dopo la presentazione del main sponsor Ecstar, volerà in Qaar per confermare i progressi fatti registrare in Malesia dalla sua GSX-RR. Migliorata l’affidabilità e la potenza del motore, la casa di Hamamatsu porterà prossimamente nuovi componenti per i suoi piloti Aleix Espargaró e Maverick Viñales.

Il team Aprilia Racing Gresini ha recentemente svelato la sua livrea definitiva con la quale scenderà in pista nella stagione del suo rientro nel circus iridato. I piloti Alvaro Bautista e Marco Melandri dovranno impegnarsi al massimo per cercare di migliorare le loro prestazioni e lasciare i bassifondi della classifica dei tempi.

Cal Crutchlow continuerà sul filone del lavoro svolto a Sepang, in cui ha chiuso con il terzo miglior tempo e soprattutto classificandosi come primo dei piloti satellite in sella alla nuova RC213V del team CWM LCR Honda. Il suo compagno di squadra Jack Miller continuerà l’apprendistato della versione ‘Open’, la RC213V-RS.

Il team Pramac  Racing riparte dalla soddisfazione degli ultimi test di Sepang, in cui sia Danilo Petrucci che Yonny Hernández si sono dimostrati veloci, col colombiano in particolare chiamato a recuperare in fretta dal suo infortunio alla spalla. Sempre in orbita Ducati, c’è molto interesse attorno al team Avintia Racing, che con lo spagnolo Hector Barberà è risultato esser la miglior moto della categoria Open.

Potrete seguire tutto quel che accade in pista nell’ultimo test pre-Campionato grazie al Live Timing su motogp.com.